Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pubblicità’

Piccolo disclaimer
Per la sensibilità di chi potrebbe risentirne, mi riservo di mettere dei link statici alle immagini che andranno a contorno del post. Declino ogni responsabilità, quindi, per chi accetta di visualizzarle nonostante il disclaimer. Le immagini in questione sono prese o derivate dalla campagna antifumo indetta dal Ministero della Salute brasiliano (la net ne è piena, anche con immagini ben più inquietanti). Anche se scioccanti, le immagini linkate non sono altro che la conseguenza di un azione autodistruttiva di cui spesso, sempre più spesso, si sottovalutano le conseguenze.

Sì. Un altro moralistissimo post sui danni che il fumo provoca al corpo umano. Io sono un ex fumatrice e posso confermare senza nessun tipo di problema che quelli come me, che sono passati all’altra sponda, rompono i coglioni peggio, e molto, di quelli che non hanno fumato mai. Quelli come me dopo anni di sigarette si ritrovano a sentire di nuovo il sapore di una mela, di una bistecca o molto più romanticamente di un bacio. Quelli come me riescono di nuovo a fare le scale senza stramazzare al pianerottolo del secondo piano. A volte, mi ritrovavo riflettermi su una vetrina mentre fumavo trovandomi quasi più intrigante: ora sento solo odore sui vestiti che volano in lavatrice e conati di vomito ogni volta che uno che si è appena spento una sigaretta sale in un autobus affollato.
Esaminiamo, però, cosa è effettivamente a disposizione delle persone nel momento in cui compiono l’atto senziente di accendersi una sigaretta. Messaggi minatori che dovrebbero dissuadere dal portarsi una sigaretta tra le labbra sono marchiati su tutti i pacchetti: mh, si vede, funzionano proprio.

Il fumo uccide non sembra troppo esaustivo come messaggio. L’uomo è di per sè convinto della sua infallibilità e non crede possibile morire a causa del maltrattamento del suo corpo. “Proprio io mi prenderò il cancro ai polmoni? Seh.” e allora continua a sfidare la sorte scampando un infarto a destra e la gastrite a sinistra. Il fumo uccide ma non con un colpo secco come un colpo di pistola, no. Il fumo è la forma più assoluta di maltrattamento continuo e, quel che è peggio, consapevole del proprio corpo.

Il fumo provoca il cancro ai polmoni. E’ statisticamente provato che il 90-95% dei tumori ai polmoni e l’80-85% dei casi di bronchiti, enfisemi e affini sono causati dal fumo (fonte Smettere di fumare.it). La quasi totalità dei casi di malattie legate alle vie respiratorie sono causate dal fumo attivo, e, cazzo, anche passivo. I polmoni di un uomo sano sono grandi e perfettamente rosa, i polmoni di un fumatore sono neri, secchi e bucati (Vedi l’immagine: Fumare causa cancro ai polmoni || Vedi l’immagine: Fumare causa il cancro alla laringe).

Il fumo nuoce a te e a chi ti sta intorno è probabilmente troppo vago e blando. In effetti è vago e blando se uno non vede bene cosa succede, per esempio, dentro la bocca. I denti diventano gialli e, esattamente come un muro preso a picconate da anni, sono più soggetti a rotture, carie, macchie con conseguente spesa assurda per cure e ricostruzioni (Vedi l’immagine: Fumare provoca cancro alla bocca e perdita dei denti). L’alito puzza e ogni mattina ci si sveglia con la parvenza di un piccolo scoiattolo pulcioso che vi ha dormito in bocca. Bello, eh? Sexy.

Il fumo invecchia la pelle. Oltre ad essere maledettamente vero perchè soprattutto le dita con cui si tiene la sigaretta si ingialliscono e si seccano, come la pelle di un anziano di ottant’anni, è anche il messaggio più sottovalutato: Cosa vuoi che mi freghi se mi invecchia la pelle?! Ah, sì? Ok. Guarda cosa significa davvero (Vedi l’immagine: Questa necrosi è stata causata dal consumo di tabacco). Chissà com’è comodo avere la gamba in quelle condizioni…

Il fumo è causa di malattie cardiovascolari. Già. Fa male a tutto, come non poteva nuocere al motore principale? Non è però solo al “classico” infarto che si deve pensare. Io preferisco pensare che mi sono salvata da una vita adulta senza una mano o un piede. Il fumo aumenta la pressione delle arterie, causando aterosclerosi, ed ostacolando, quindi, la circolazione del sangue nei vasi e aumentando il rischio di infarto e di ictus. Le occlusioni dei vasi sanguigni non sono certo cose da sottovalutare e non è solamente l’infarto fulminante che accogliamo a braccia aperte. Si potrebbe arrivare ad avvertire un continuo formicolio alle gambe e alle braccia andando incontro all’amputazione degli stessi (in effetti, il diabete causa lo stesso problema ai vasi e ci sono moltissimi csi di amputazione). Da notare come le statistiche riportano che le donne sono a rischio maggiore di questi problemi in numero di 6 – 9 volte superiore rispetto all’uomo (Vedi l’immagine: Una vittima del tabacco. Fumare causa problemi vascolari).

Il fumo in gravidanza nuoce al bambino. Eccoci, finalmente, a chi non maltratta soltanto il proprio corpo ma anche quello della piccola creatura in sviluppo dentro al proprio corpo. Non solo fumare fa nascere bambini con forti problemi alle vie respiratorie, ma soprattutto è causa di aborti spontanei: di nuovo in luce come il fumo sia in grado, effettivamente, di uccidere, anche se stavolta si tratta di una creatura che non ha mai toccato una sigaretta. Mi sento di dire che sono una fan dell’utero (Vedi l’immagine: Fumare causa aborto spontaneo || Vedi l’immagine: Nelle donne incinte, fumare causa nascite premature con conseguenti problemi per il feto).

Il fumo provoca impotenza. Dopo la donna, non può non toccare all’uomo. L’attrezzo che lo distingue dalla specie femminile a causa di tutti i problemi ai vasi e al danneggiamento continuo dei suoi organi interni, potrebbe non rialzarsi più alla vista di ogni bocca o culo che gli passa a meno di venti metri. “Amore non mi trovi più attraente?” dice lei in un succinto abito rosso che ha impresso il marchio – mangiami – e lui, con faccia colpevole non replica e lei continua, rivestendosi “Hai fumato un pacchetto anche oggi?!” (Vedi l’immagine: Il fumo provoca impotenza). Grazie Uomo per non toccare sigaretta.

Vorrei concludere, semplicemente, con un disclaimer al disclaimer. Se queste immagini effettivamente urtano la vostra sensibilità, pensate a quanto una sigaretta urti la sensibilità del vostro cuore, di un vostro polmone o di un vostro rapporto sociale. Credo nella libera scelta. Il fumo uccide. Il fumo distrugge il tuo corpo, e, per la cronaca, è l’unico corpo che potremo avere. Se vuoi fare questa scelta, beh, direi che sono cazzi tuoi.

Fumare significa inalare arsenico e naftalina, entrambi usati su veleni per topi ed insetticidi. Bella, no?

A me non sembra più tanto figo, e a voi?

Annunci

Read Full Post »

…è un passo avanti e fa felici tutti quanti (seguono mosse plastiche).

Mi chiedo quale sano di mente si affidi a CheBanca! (sì, il punto esclamativo è registrato nel marchio) per conservare i propri risparmi. Per un non vedente, c’è soltanto una hit del momento con un testo riadattato scritto da una scimmia senza mani. Per un non udente quello che si vede sono suoni e colori e tanta, tantissima patata che ancheggia sullo schermo in movenze da cabaret più che da ufficio bancario di massima sicurezza. Per uno che invece ci vede e ci sente scatta l’ipnosi o l’istintivo desiderio di suicidarsi.

Ho deciso di riportare il testo con didascalia di quanto accade nell’ultimo promo, quello del mutuo intelligente e della signorina che senza successo ne ha cercati tanti ma… No. Niente. (fa rima, visto?)

Intro con cinguettio di uccellini. Nel paese delle favole degli uomini impalcano una casa con del legno molto pallido. Da una macchina rosso fiammante esce una bella signorina con un abitino volant a fiorellini.
Signorina si struscia alla macchina e con sguardo complice ed ammiccante: Cercavo un mutuo intelligente / che mi piaceva non c’era niente.
Signore comparso dal nulla la prende per mano e la accompagna in casa: Poi ho scoperto con CheBanca!
Insieme: Mutuo riparmio che è una bomba (dev’essere un termine tecnico probabilmente…)
Insieme saltellano su una pedana in legno pallido per entrare in casa: Mutuo riparmio è un passo avanti / che fa felici tutti quanti (…da sempre i muratori sono delle topone in pantaloncini che ancheggiano e piroettano per costruire delle case.)
Signorina: I soldi sul tuo conto hai / La tua rata abbasserai (….bella, bellissima rima.)
La casa si costruisce e tutti escono per formare l’allegro coro che ci va a proporre i tecnicismi finanziari dell’offerta. Tutti ballano ridono e scherzano muovendosi in microcoreografie.
Tutti: Ma CheBanca! è l’evoluzione / per la casa la tua soluzione. / Da CheBanca! c’è innovazione (solo lui) MA CHE MUTUOOOO!! (solo topone falegnami) CHE SODDISFAZIONE!!!!! (….rime sempre più complesse.)
Tutti: E chiunque ti vuole aiutare / anche il suo conto può collegare / e allora ti conviene fare Mutuo Risparmio <allegria generale> Per risparmiare!!!!!!!

Signore fischia e tutti urlano CHEBANCA!!!

Ora… Io dico… PERCHE’?!?!?!?! Per capire attentamente il testo ho dovuto mettere in pausa il video almeno quattro volte. Che senso ha? Non mi è stato detto niente sull’offerta, nessuna percentuale, nessun numero. Quel che peggio, però è che ogni volta il concetto viene espresso tramite strani svolazzamenti di mani e sorrisi dispiegati. C’è crisi o no?

Sì, dicono. C’è crisi. E allora che cazzo marchi una società di credito con queste pubblicità? A me, al massimo, rimane in mente la canzoncina (con odio e fastidio da parte dei miei neuroni e di Uomo).

Fufiu!! CheSchifo!

Read Full Post »

…come una farfalla.

Poi c’era l’altra, quella che disegnava un palloncino tutto rosso sul diario… Poi quella che si siede sui fiori…

Oh ma per favore!

Un sogno che si realizza - Gambe aperte

Un sogno che si realizza - Gambe aperte

Mi chiedo perchè la sessualità della donna sia un tabù trattato con tale idiozia. Le pubblicità degli assorbenti (quasi peggio di quelle per la diarrea) sono una delle cose più brutte e offensive che abbia mai visto. Gli uomini (che di solito progettano le pubblicità) non capiscono cosa si prova quando ogni mese questa tortura cinese ammassa le budella e le contorce e nonostante tutto devi fare tutto quello che fai sempre… Fanno sembrare il ciclo mestruale una specie di maledizione che invalida a vita le poverine. C’è la tizia che fa il provino da VJ (sigla che abolirei all’istante ma della quale se ci sarà motivo parlerò in futuro) e le tornano proprio quel giorno: ohnomioddiochesfigaeadessocomefaccio? (seguono serie di faccine imbarazzate e timide). Per fortuna lei ha Lines e quando le chiedono di fare la ruota (QUANDO, vi prego ditemi quando un vj ha mai fatto la ruota in tv) va tutto bene e lei finalmente realizza il sogno della sua vita (……).

Allora mi chiedo… Ma che cazzo doveva succedere se non fare sta ruota e bon?

Se succedesse a me il vero problema, fondamentalmente, sarebbe che non so fare la ruota: il ciclo diventa subito un problema molto molto secondario, la mia schiena cadrebbe in pezzi e il cameraman dovrebbe telefonare ai miei familiari e poi….. Che casino. Meglio rinunciare sin da ora alla carriera da VJ!!

Non sarebbe sufficiente dire semplicemente le cose come stanno? Una volta al mese tornano. Compra questi o quelli. Fine. Non c’è bisogno di ottocentocinquantasei varietà: mancano soltanto la forma sferica e quella conoprismoromboidale poi ci sono tutte…

Read Full Post »