Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘sailor moon’

Oggi, un anno fa accettavo gli affascinanti termini di utilizzo e iniziavo a scrivere quando più quando meno qualche pensiero. Da poco le scale abbiamo raggiunto i 5000 scalini percorsi e come per il primo traguardo, voglio vedere se è cambiato qualcosa, se la gente arriva qui ancora per gli stessi motivi.

3° posto
Ricerca: scale babele (ma allora qualcuno cerca proprio me!)
Post: About a boy (e tutti vogliono sapere le differenze tra il libro e il film…)

2° posto
Ricerca: sailor moon (ancora lei, inimitabile)
Post: Quando la garanzia scade… (Santa BabEle coi suoi santi link…)

1° posto
Ricerca: tumore fumo (…Spero che almeno possa aprire gli occhi a qualcuno…)
Post: Il fumo uccide

Mi ha sorpreo constatare anche che in moltissimi sul web ritengono che Mark Strong e Andy Garcia siano in una qualche relazione, visto l’alto numero di ricerche che hanno condotto qui. Ma più di ogni altra cosa ringrazio chi passa di qui e si ferma a leggere, a spulciare. E un grazie speciale va a chi ritorna, a chi rilegge. Grazie a voi.

BabEle

Vorrei fare come Google e cambiare un header al giorno...

Annunci

Read Full Post »

Cercando su Google Image qualcosa di adatto da mettere qui ho trovato i peggio accrocchi glitterati con micetti, topolini, cagnolini e bimbi vestiti da insetto. Ho, quindi, deciso che non metterò nessun fronzolo. Solo alcuni ringraziamenti.

Ringrazio, ovviamente gli assidui visitatori e i più o meno assidui commentatori. Ringrazio gli scalatori. Ringrazio TUTTI coloro che sono capitati qui cercando la chiave Sailor Moon in ogni sua variante (Saylor Moon, Seilor Moon). Ringrazio tutti quelli che hanno cliccato le immagini nel post antifumo e che probabilmente hanno avuto modo di riflettere. Ringrazio tutti quelli (che forse dovrebbero ringraziare me) che hanno problemi con il loro Vaio e trovano in uno dei miei articoli il link che li salva dalla rovina. Ringrazio, soprattutto, chi mi dice che questo è un blog divertente.

In pole position:
Bronzo
Chiave di ricerca: Miriadi di varianti sul tema del fumo e tumori.
Post: Quando la garanzia scade… (parte 2)

Argento
Chiave di ricerca: Mamma mia
Post: Che sciocchi questi umani…

And the winner are…
Chiave di ricerca: Sailor moon
Post: Il fumo uccide

Grazie a tutti.
BabEle

Read Full Post »

La mancanza del computer (che per ironia della sorte è a Roma, sopra il mio letto, mentre io sono in Umbria a smaltire l’influenza nella casa genitrice) ha causato uno strano ritorno all’infanzia. Si tratta, siore e siori, niente popò di meno che di Sailor Moon! Inizio qualche giorno fa da Youtube e ora, praticamente, è una droga: non riesco più a staccarmi.

sailor-moon

Sailor Moon - Io da piccola ero sempre il cattivo

Non è tanto la trama.
Non sono tanto i personaggi.
E non sono nemmeno i colori luccicanti delle trasformazioni.
No, no, non è neanche il solito clichè giapponese per cui se ti cambi di vestito ma non modifichi nè trucco nè pettinatura nessuno ti riconosce…
Che cos’è?!
Ci ho pensato per giorni e giorni al perchè vederne una mi provoca questo senso di assuefazione e…

Quando mi è suonato il campanello in testa è stato tutto più che chiaro: ripetitività e monotonia. La mancanza TOTALE di colpi di scena nel 95% delle puntate (tralasciando il fatto che se non sei sordo-cieco-muto-anosmicoevvai col parolone del giorno! – dalla sigla ti è chiara la trama fino alla 117esima stagione) fa sì che gli episodi si susseguano senza il coinvolgimento di alcun processo cognitivo eccessivamente dispendisioso.
Perdi una battuta? Sticazzi. Mediamente è “Sono una combattente che veste alla marinara” o una frase contenente la parola luna, inserita in un contesto pseudocasuale: nomi di gatti, oggetti contundenti volanti…
Ti sei girato e hai perso parte dell’introduzione? Sticazzi. Mediamente è un banale pretesto per una scarsa morale, sfruttato dai cattivi per succhiare l’energia degli umani: in questo caso parliamo di diete (siamo belli così come siamo), veggenti (il futuro è un’incognita), il tutto condito  da frasi inflazionatissime del nemico, “Che sciocchi questi umani”, seguite da un vago accenno di risata malefica.

Eppure, quasi non ci credevo ma…
Solo ed Esclusivamente grazie alle musiche è possibile capire a che pezzo di puntata stiamo. Essendo costruite nel metodo più classico, introduzione (bunny va a scuola) – premessa al nucleo (bunny viene a conoscenza di un nuovo negozio/attività/cosa che ha successo in città) – nucleo (bunny viene prima colta in castagna e poi bastonata dal nemico di turno) – conclusione (bunny sgomenta il nemico), viene reso ancora più semplice il riconoscimento delle fasi dalla colonna sonora, in modo che il pubblico continui a sentire familiairtà con quello che sta guardando. Se capita cercate una puntata, soprattutto della prima stagione, e scanditela: quando arriva Milord (occhi a cuore per tutti…) parte la sviolinata, quando lei si trasforma ha la musichina personalizzata, quando sta a scuola c’è quella musica trapana neuroni che sembra sia prodotta da una tastiera sintetizzatissima e via dicendo…

E…

Luna: «Forza! Questo è il momento del cristallo di Luna!»
Sailor Moon: «Ma potrei fare del male ai ragazzi…»
Luna: «Allora dovrai dire cirstallo di Luna e polvere di stelle…»
Sailor Moon: «E va bene!»

[da Sailor Moon 1×07 – Profumo di Trappola]

Ma come “Allora devi blabla”? ALLORA?? Luna, cara piccola micetta, in mezzo a quei bambini c’è il piccolo, ignaro e burattinato fratellino di Sailor Moon… Non sei forse alla ricerca della paladina che sarà in grado di salvare gli umani dal Nemico? Gli umani innocenti? E quei ragazzini, non sono forse degli umani innocenti? Bah… Sei senza cuore!

E c’è un’ultima cosa che vorrei aggiungere prima di terminare l’ultimo dei miei tanti sproloqui giornalieri…
Guardare dopo tanto tempo questo cartone oggi e sentire come primo impulso quello di sminuzzarlo per scandirlo razionalmente, un po’ uccide la mia bambina interiore e che me  lo ha fatto cercare. Per premiarla, penso proprio che finirò di guardarmi qualche altra stagione…
E’ ancora un po’ troppo presto per far vincere il cinismo.

Read Full Post »